Crea sito

I nostri baci animali semplici

dicembre 16th, 2011 § 7 comments § permalink


.
.
Un piccolo regalo mi dici. Non mi ubbidisci. Dovrò riempirti di baci.
.
.
*
Mi resta accanto, mi tocca dentro senza la vastità di farlo
nel giorno d’inverno viene per primo tutto ciò che è freddo
ma fuori, aggiungo, se fosse un boccio
le radici sarebbero al coperto, come il particolare
del corpo amato sul letto, il potere di stringerlo
con tutto il bianco e la vanità del caldo.
.
.
*
anche il tuo bacio mi preme e le labbra
in rara compressione dicono il mare
ceduto dalle scogliere e tornato alla fine.
Mi può giungere, è il tuo fragore
induce il tempo a diverse aporie
bianco, poi calmo di ninfee.
.
.
*
l’uno all’altro
afferrati nella felicità corrente
allora è vero: nelle mani non c’è più sangue
sono immerse nelle forme e colgono ogni fremito
caduto in mare.
Diversamente che ci appartiene
l’impero di una semplice goccia senza lune
dispersa, che non hai saputo attraversare
troppe distanze, invero sprigionate immense.
.
.
*
non c’è ritmo che possa contenere
lo sproloquio punteggiato del nostro piacere
la furiosa altezza della mia gamba alzata
il suo comporre nativo l’elemento musicale
Perché ha un nome e ci tiene assieme
ma ci conosce ancora poco e il bel sentire
non mette le parole fra le cose semplici.
I baci arcaici quelli sì sono pulci
pungono il corpo e lo rendono sfrenato
.
.
*
dentro il tuo bacio si sogna
immersi di fronte al diorama
stregati per questo
la lingua gira il sangue fresco
ripetendo il meglio come un pappagallo.
Anche la notte è un globulo
legato al sole cardiaco.
Non è detto sempre solo intenso
e che tutti i baci giunti vi si addensino
.
.
*
che le nostre labbra ci catapultino in ogni angolo riposto
come se già non fossimo anche qui dilaniati.
Solo che a stare felici non si dilaga come topi
si rende il luogo piovano e con delicatezza il bacio
affonda nell’intimo regno.
.
.

Where Am I?

You are currently browsing entries tagged with margherita ealla at margherita ealla.

Create blog