Crea sito

ma (un po’ in fabula) continua

febbraio 16th, 2012 § 4 comments § permalink


.
.

Uno sul traliccio del vissuto
nel buio che potrebbe già cadendo
avrà girato come un falco abissale
avrà, preso per fame, e poi abbagliato dalla neve
in picchiata di pensiero: terra, salvo luogo.
.
.

*
ma attraversare il sogno, poi ti sveglia
e nella lunga terra, davanti, ansiosa
nella terra dove poi si posa la prima pietra
tolta, come il pane, dalla bocca
ogni stella appena sorta, poi riflessa
edificante il rosone delle mani.
.
.

*
ma osservare il padre con la cecità della neve
che rende i fili impassibili alle mani, uccellini
per contatto impigliati. Appaiono edifici, grandi fuochi
portati dai cacciatori musicali, e quali nodi
per tendere le reti, da bambini
si impara a lasciare le briciole sui davanzali
per attirare i becchi con i bagliori.
.
.

*
Ma poi il cappotto copre o denuda
sotto non c’è calamita né piuma
ma la pelle già che rischiara
lungo la strada l’andare frontale
la melodia della neve.
Altro subentra al cuore
le montagne con le visiere
di amido fin dalla nascita
e l’analogia con le spighe
il bianco come l’oro del seme
che abbaglia, fa smettere di respirare.
.
.

Where am I?

You are currently viewing the archives for febbraio, 2012 at margherita ealla.

Create blog